ritorno

DR GIORGIO TRIBBIOLI 

01 maggio 1970

Assunto dal 1° maggio 1970, sono stato inserito nel Reparto Aperto degli Ospedali Psichiatrici "Villa Verde" con funzioni di psicologo-psicoterapeuta a favore di degenti adulti e nel Reparto Psico-Medico Pedagogico "Villa Azzurra" dell'Ospedale Psichiatrico di Grugliasco a favore dei bambini già ricoverati in Ospedale Psichiatrico, dove ho riorganizzato tutte le attività riabilitative possibili per tentare un recupero di bambini handicappati gravi dai tre ai 14 anni tenuti fino ad allora in condizione di contenzione fisica.

Dopo la chiusura di Villa Verde e di Villa Azzurra, sono stato assegnato all'èquipe di operatori psichiatrici del "Settore 5 Torino Ovest" , al reparto Accettazione dell'Ospedale "Ville Regina Margherita" e, per 12 ore settimanali, agli Ambulatori Psichiatrici Territoriali di Collegno e successivamente di Rivoli.

 

1970

Ho aperto un "Atelier di libera espressione" nell'Ospedale "Ville Regina Margherita" (Reparto Aperto di Villa Verde) con personale volontario, dove forse per la prima volta i degenti potevano esprimersi e dove fu organizzata una mostra di pittura.

 

1972

Inserito nell'èquipe del "Settore 5 Torino-Ovest" , attraverso l'attivazione delle dimissioni dei lungodegenti ho collaborato alla ristrutturazione interna dell'Ospedale e ad una più razionale sistemazione dei degenti, così da attuare le condizioni indispensabili per l'avvio del funzionamento del Settore 5 e e per l'apertura dell'Ambulatorio Psichiatrico Territoriale di Collegno, via San Massimo (attualmente in via Oberdan) in cui ho operato con funzioni di psicologo-psicoterapeuta, per 12 ore settimanali.

 

 1974

Ho aperto un "Centro di riabilitazione e risocializzazione" nell'Ospedale "Ville Regina Margherita" con la collaborazione di due "maestre ortofreniche" (le educatrici specializzate di allora) e contemporaneamente  un Bar che per la prima volta era gestito da due degenti.

Vennero realizzate attività culturali, risocializzanti e riabilitanti; proiezione di films con dibattito, corsi di tipo scolastico, attività sportive, gite, ecc.

 

1977

In seguito a mia richiesta, ho lasciato l'attività di psicologo-psicoterapeuta nell'Ambulatorio Psichiatrico di Collegno ed ho iniziato la medesima attività nell'équipe dell'Ambulatorio Psichiatrico Territoriale dell'USL 25 a Rivoli, sempre  per n° 12 ore settimanali

 

ottobre 1979

 In seguito ad un ripensamento sull'attività svolta in Ospedale fin dal 1974,ho aperto il "Centro Sociale Ville Regina Margherita", che operò fino al 1983 quando i locali del piano terra dell'ex reparto 7 dell'Ospedale "Ville Regina" vennero ceduti alle Comunità Handicappati e venne aperto nell'Ospedale di Collegno il Centro Sociale Basaglia.

Le attività del Centro sono state: corsi di preparazione all'esame di quinta elementare con maestre inviate dal Provveditorato agli Studi, attività espressive, cucina, cucito, lavori a maglia, tessitura, attività connesse al recupero del sè corporeo, cinema, feste, gite ecc.

 

29 gennaio 1982

Viene costituita con atto notarile l'"Associazione Centro Sociale Ville Regina Margherita" che ha lo scopo di gestire servizi sociali, sale comuni di ritrovo e bar, organizzare attività ricreative; l'Associazione si compone di Soci ordinari, divengono membri dell'Associazione tutti gli utenti del Centro Sociale.

 

27 novembre 1985

Sono riconosciuto formalmente dall'Ufficio di Direzione quale Responsabile della Biblioteca Medica, e nominato, con disposizione del Coordinatore Sanitario su proposta dell'Ufficio di Direzione, membro del Gruppo "Formazione ed Educazione Sanitaria" dell'USSL 24.

 

01 febbraio 1986

 Viene revocato il distacco presso l'USSL 25 di Rivoli per n° 12 ore settimanali con Deliberazione n°33 del 9/1/1986 del Comitato di Gestione dell'USSL 24.

 

1986

Sono inserito nella "Equipe Tecnico-Amministrativa per le Comunità Handicappati.

 

1987

Sono ammesso al rapporto di lavoro a Tempo Pieno con Deliberazione n°1318 del 4/12/1986 del Comitato di Gestione dell'USSL 24.

 

12 gennaio 1988

Con Disposizione di Servizio del Direttore Sanitario vengo inserito nel reparto 8 e reparto 3/18 dell'Ospedale Psichiatrico di Collegno, nonchè formalmente nominato Responsabile dell'Unità Terapeutica Diurna, in cui già operavo dal settembre '87.

L' U.T.D. era una struttura intermedia tra il Reparto e la Comunità e la sua attività è sempre stata finalizzata alla deistituzionalizzazione ed all'inserimento dei degenti in comunità e sul territorio ed era considerata dal Comitato di Gestione dell'USL "un nuovo modello metodologico ed organizzativo di attività assistenziale riabilitativa e risocializzante".

 

 27 gennaio 1988

 Sono nominato Referente Tecnico del Progetto Handicappati con decorrenza dal 1° febbraio 1988.

 

 27 luglio 1992

Ho concluso l'incarico di Referente Tecnico del Progetto Handicappati: nell'arco del mio mandato sono state create sei nuove comunità esterne con la conseguente dimissione dai reparti di altre 23 persone; in tutto il Progetto Handicappati raccoglieva in 12 comunità (solo 4 all'interno dell'area O.P.) 70 persone.

Vengo inserito nel "Gruppo di Lavoro R.S.A.s. Handicappati ex degenti O.P. come Corresponsabile per gli aspetti psicologici.

 

 13 aprile 1993

 Sono nominato Responsabile dell'Equipe Tecnica del Centro Sociale Basaglia con compiti di supervisione e controllo in ordine all'attività del Centro, con i poteri e le responsabilità specificate nella relativa convenzione.

 

 4 agosto 1994

 Viene istituito il Centro di Documentazione sulla Psichiatria con Deliberazione n°1456 del 4/8/1994

 

 12 settembre 1994

 Sono nominato Responsabile del Progetto "Casa di Pianezza"

 

 29-11-1994

 Vengo nominato, con disposizione del Coordinatore Sanitario, Responsabile del Centro di Documentazione sulla Psichiatria.

 

 29 dicembre 1995

 Sono nominato membro del Gruppo di Lavoro sul Museo Lombroso a Collegno con Deliberazione della Giunta Regionale n.243-5022 del 29/12/95.

Il gruppo ha come scopo la definizione del progetto culturale museologico e museografico, l'elaborazione di un modello istituzionale ed operativo per la gestione del museo nella nuova sede nonchè la definizione delle relazioni che dovranno intercorrere tra i partners dell'iniziativa: Regione Piemonte, Università degli Studi di Torino, Comune di Collegno e USL 5.

 

Sono tuttora attivi i seguenti incarichi:

- Responsabile della Biblioteca Medica e del Centro di Documentazione

- Responsabile del Progetto "Casa di Pianezza"

- Responsabile del Centro Sociale Basaglia

- Corrresponsabile per gli aspetti psicologici del Gruppo di Lavoro R.S.A,s. Handicappati ex degenti O.P.

- Membro del Gruppo di Lavoro sul Museo Lombroso.

 

Nel 2000 vado in pensione, conservando per qualche mese un incarico di consulenza presso il Centro di Documentazione sulla Psichiatria e la Biblioteca Medico-Scientifica

 

                                                                    

(tratto dal giornale "Luna nuova" del 12 gennaio 2001, a cura di Bruna Bertolo)